iPhone

Cosa Devo Fare se Mi Rubano l’iPhone, Rintracciare iPhone Spento

Purtroppo non è raro che si verifichi un tentativo di furto quando il dispositivo posseduto come smartphone si rivela essere un iPhone Apple. Come tutti sanno la marca più costosa, sinonimo di qualità assoluta e ricercata, nonché apprezzata dagli utenti è decisamente il simbolo della mela, il logo che contraddistingue tutti i dispositivi dell’azienda Apple.

Gli smartphone più soggetti ai furti sono proprio i dispositivi che presentano una fascia di prezzo alta, motivo per il quale generalmente l’autore del crimine potrà cercare di vendere facilmente l’iPhone rubato, oppure decidere di tenerlo per sé.

In presenza di un furto è impossibile non cadere vittime della frustrazione, della rabbia, del risentimento verso l’autore o gli autori del crimine subito. Momentaneamente questi stessi sentimenti saranno gli unici a riempire la nostra mente, ma no tutto potrebbe essere perduto.

Recuperando la ragione, oltre lo stato d’animo comprensibile in presenza di un furto, si potranno attuare alcune pratiche per impedire al rapinatore dell’iPhone di avere vita facile.

Ma come e cosa fare esattamente? Attraverso questa guida ci occuperemo proprio di elencare chiaramente i passi da compiere in presenza di un avvenuto furto di iPhone al fine di salvaguardare i propri dati, le password e ogni contenuto presente in memoria di origine strettamente personale.

 

Come prima mossa a seguito di un furto di iPhone sarà possibile cercare di intervenire bloccando il melafonino a distanza. L’autore del furto, in assenza di un blocco, provvederà all’eliminazione dei dati presenti sul device al fine di poter rivendere il dispositivo, oppure per poterlo utilizzare come proprio.

Per poter bloccare il melafonino si dovrà aver attivato la funzionalità “Trova il mio iPhone” in precedenza, senza la quale purtroppo non sarà possibile bloccare il dispositivo.

In presenza dell’attivazione dell’opzione “Trova il mio iPhone” si potrà accedere al proprio account Apple, rintracciando l’ultima posizione del device, riuscendo anche ad attivare il blocco del dispositivo. In alternativa al blocco definitivo sarà possibile far squillare l’iPhone con una suoneria di emergenza e cancellare alcuni dei dati sensibili presenti all’interno a distanza.

Per quanto riguarda invece l’applicazione Apple Pay la stessa vanta una certa sicurezza. L’autore del furto, pur tentando di accedere all’app, non potrà entrarvi senza l’impronta digitale del proprietario dell’iPhone e non potrà in nessun modo effettuare alcun pagamento servendosi del conto altrui.

Onde evitare comunque una fuga di informazioni legate al proprio conto e a proprio metodo di pagamento è consigliabile effettuare il login per accedere al proprio account Apple, indirizzando il tap su iCloud. All’interno della sezione Apple Pay sarà così possibile procedere all’eliminazione di tutti i dati presenti relativi alla carta di credito.

La funzionalità “Trova il mio iPhone” prevede anche la localizzazione del dispositivo sul territorio e molte persone potrebbero essere tentate di recuperare il proprio iPhone direttamente di persona.

Questo metodo può tuttavia presentarsi estremamente pericoloso ai fini della sicurezza della propria persona, ed è meglio rivolgersi alle autorità competenti sporgendo regolare denuncia di furto, evitando qualsiasi azione dettata dalla rabbia.