Recovery Mode cos'è, a cosa serve e quando è utile per lo Smartphone

Molto probabilmente non tutti sono a conoscenza del fatto che quando si accende il proprio Smartphone al posto di utilizzare la modalità classica, quella dove prima si visualizza il Logo e dopo si accede alla Home, si può utilizzare la Recovery Mode. Ma che cos’è? E a cosa serve? Scopriamolo insieme in questo articolo.

 

Cos’è

Quando parliamo di Recovery Mode intendiamo una particolare modalità di accensione che, al posto di farci entrare direttamente nella classica Home screen, ci permette di accedere a una schermata attraverso cui è possibile effettuare alcune funzioni che generalmente, ovvero tramite l’avvio manuale, non sono consentite all’utente.

Sostanzialmente si tratta di una sezione a parte del Sistema Operativo (iOS oppure Android), ovvero per essere più specifici nel caso si verificassero dei problemi tecnici all’interno del sistema, l’utente, avviando la Recovery Mode può cercare di ripristinare il danno.

 

A Cosa Serve

Come abbiamo visto la Recovery Mode può diventare una preziosa alleata nel caso in cui sorgessero dei problemi di varia natura all’interno del sistema, in quanto eseguendo delle determinate sequenze da digitare sulla tastiera del proprio telefono, utilizzando la cosiddetta versione base, sarà possibile:

 

Ripristinare il Device

Generalmente questa è un’operazione che si può tranquillamente effettuare anche quando il nostro Smartphone è acceso, perché questa opzione è disponibile proprio all’interno delle impostazioni del telefono sotto la relativa dicitura denominata proprio Ripristino.

Quindi la possibilità di poter effettuare il ripristino del Device con la Recovery Mode si rivela estremamente utile quando, purtroppo, il nostro telefonino non si accende più e non da nessun segno di vita.

 

Fare un Wipe Cache Partition

Semplicemente, si tratta di cancellare tutti quei file che rimangono salvati all’intero delle Cache effettuando un Wipe e, in modo si riesce sia ad ottimizzare sia a rendere più veloce il proprio Smartphone.

Per chi non lo sapesse, le cache sono una memoria che, il dispositivo, utilizza per raccogliere e memorizzate tutte le informazioni che vengono raccolte attraverso i file e le informazioni usate più frequentemente.

 

Custom Mode

Invece, quando si utilizza la versione Custom (quindi quella più avanzata che permette di modificare) l’utente potrà effettuare molte più operazioni, le quali sono così avanzate che permettono di:

  • Effettuare l’installazione dei file zip direttamente all’interno della memory card e di poterlo fare manualmente
  • Ottimizzare il funzionamento della memory card eseguendo il processo di ripartizione della stessa
  • Fare quello che in gergo viene chiamato con il nome di NANDroid, ovvero il backup completo di tutti i file salvati sul dispositivo

Ovviamente di Custom Mode ne esistono parecchie versioni le quali, grazie al fatto che permettono di utilizzare molte più opzioni rispetto alla Recovery versione base, che oltre il ripristino e la pulizia della cache non permette molto altro, vengono costantemente aggiornate con molteplici funzionalità (se non proprio create dal nuovo) dagli utenti stessi, oppure da delle comunità che si occupano appunto del loro sviluppo.

E, non si può assolutamente negare che la Recovery Mode si può rivelare davvero molto utile soprattutto nel caso in cui il nostro Smartphone decidesse di fare i capricci (magari proprio quando è spento), perché questa modalità ci consente di poter intervenire efficacemente e porre rimedio al danno che è stato causato all’interno del sistema.

Recovery Mode: cos’è, a cosa serve e quando è utile per lo Smartphone ultima modifica: 2019-11-20T11:01:35+01:00 da redazione